Your browser does not support Javascript

Languages

user_bar_menu

PRIMO PASSO VERSO LA SOSTENIBILITÀ DEL MARE ADRIATICO: PROGETTO INNOVAMARE

PRIMO PASSO VERSO LA SOSTENIBILITÀ DEL MARE ADRIATICO: PROGETTO INNOVAMARE Tuffati nella profondità delle opportunità

22 luglio 2020 - La sostenibilità del mare Adriatico è la missione del progetto strategico InnovaMare, finanziato dal Programma Interreg di cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia 2014 - 2020, la cui conferenza di avvio si è svolta il 22 luglio 2020 ed è stata organizzata dalla Camera dell'Economia croata, partner principale, e dall'Istituto Ruđer Bošković come partner del progetto.

Per i prossimi 30 mesi InnovaMare coinvolgerà 14 partner da parte italiana e croata al fine di sviluppare e stabilire un modello di ecosistema innovativo nel settore della robotica subacquea e dei sensori per il monitoraggio e la sorveglianza, portando la collaborazione transfrontaliera tra il settore scientifico e quello privato ad un livello più alto.

La conferenza di avvio, introdotta da Tomislav Radoš, Ph.D., Vice Presidente per l'Industria e l'Energia, Camera di Economia Croata, ha presentato la missione e la visione del progetto e ha ospitato tre diverse sale tematiche dove i partecipanti e gli stakeholder sono stati invitati a contribuire con approfondimenti, opinioni e percezioni del progetto. "L'inquinamento del mare come problema economico" guidato e moderato dall'Istituto Ruđer Bošković e dal Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Scienze Marine, ha affrontato i tipi più problematici di inquinamento del mare che hanno un impatto sul mare Adriatico e le misure che possono essere messe in atto per mitigarli, ridurli ed eliminarli. Il "Trasferimento tecnologico come elemento chiave per l'innovazione", moderato dall'Università di Fiume e dall'Università di Trieste, ha illustrato le principali dinamiche e finalità di questo processo con i ruoli degli attori coinvolti, evidenziando l'importanza del trasferimento tecnologico non solo ai fini della RSI ma anche delle potenzialità in termini di sostenibilità e di salvaguardia dell'ambiente. "Creare un ecosistema dell'innovazione per una quadrupla elica più forte", moderata dalla Camera di Economia Croata e dall'Unione Regionale delle Camere di Commercio del Veneto, ha sottolineato l'importanza di coinvolgere ricercatori, policy maker, investimenti delle imprese e partecipazione della società civile per creare connessioni, esplorare i problemi e risolverli.

I due territori dei due Stati membri europei che si affacciano sul mare Adriatico collaboreranno per affrontare sfide significative con impatto su importanti settori in Italia e Croazia: pesca, traffico marittimo, acquacoltura e turismo, al fine di creare un Digital Innovation Hub per la robotica subacquea innovativa e

sensoristica, sviluppare una strategia e un piano d'azione per un modello di ecosistema dell'innovazione, creare un prototipo di soluzione innovativa robotica e sensoriale e una piattaforma web interattiva per la collaborazione.

Il progetto InnovaMare ha un valore di 5,6 milioni di euro, ed è gestito da un consorzio di 14 partner provenienti sia dalla Croazia che dall'Italia: Camera di Economia Croata, Unione Regionale delle Camere di Commercio della Regione Veneto, Università di Trieste, ARTI - Agenzia Regionale Pugliese per la Tecnologia e l'Innovazione, Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Scienze Marine - CNR ISMAR, Polo Tecnologico Marittimo FVG, Communication Technology Srl, Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale, Istituto Ruđer Bošković, Facoltà di Ingegneria Elettrica e Informatica - Università di Zagabria, Università di Dubrovnik, Università di Rijeka, Geomar Ltd, Šibenik Knin County.

Il progetto fa parte del programma Interreg Italia - Croazia CBC, lo strumento finanziario dell'Unione europea che sostiene la cooperazione tra i due Stati membri europei territori che si affacciano sul mare Adriatico. Con un budget complessivo di 236,8 milioni di euro, il Programma consente agli stakeholder regionali e locali di scambiare conoscenze ed esperienze, di sviluppare e realizzare prodotti e servizi di azione pilota, di sostenere gli investimenti attraverso la creazione di nuovi modelli di business, di testare la fattibilità di nuove politiche, avendo come obiettivo finale il miglioramento della qualità della vita e delle condizioni di vita di oltre 12,4 milioni di cittadini che vivono nell'Area. Il progetto InnovaMare nell'ambito di Interreg Italia-Croazia è finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

Maggiori informazioni su https://www.italy-croatia.eu/