Your browser does not support Javascript

Languages

user_bar_menu

Glider - Nuova campagna aprile 2016

Il glider di OGS ‘Leonardo’ ha terminato la missione iniziata il 22 aprile nel sud Adriatico per monitorare gli effetti della convezione avvenuta nell’inverno 2015/2016. E’ proprio qui uno dei siti in cui si forma l’acqua densa che condiziona la circolazione dell’intero Mar Medirerraneo. Nel sud Adriatico è inoltre possibile individuare l’acqua densa formatasi nell’alto Adriatico: nel Golfo di Trieste e lungo la costa croata. L’acqua densa, formatasi a nord, scorre verso sud lungo la costa Italiana, raggiunta la fossa del sud Adriatico  precipita lungo i canyon a profondità maggiori fino a raggiungere masse d’acqua della stessa densità.

Gli obiettivi della missione hanno riguardato la valutazione degli effetti di quest’inverno sulla circolazione e il monitoraggio dell'evoluzione dei due massimi di salinità visti nella missione di novembre. Nelle prossime settimane i dati verranno analizzati dai ricercatori OGS, da anni fortemente impegnati nello studio dell’area del Sud Adriatico e dei suoi cambiamenti in relazione ai cambiamenti climatici (tutti i dati sono disponibili al seguente link).

 

Cosa sono i glider?
I glider sono strumenti senza propulsione attiva che si muovono grazie alla variazione della loro galleggiabilità e allo spostamento della loro massa e vengono pilotati da personale specializzato attraverso un computer portatile via satellite. Questo sistema di monitoraggio ci permette di ottenere un’incredibile quantità di dati con risoluzione spazio temporale mai vista in precedenza e con una notevole riduzione dei costi rispetto a quelli richiesti dalla missione di una nave da ricerca.

I progetti italiani che rendono possibili simili esperimenti e che consentono di far parte di una rete europea e mondiale di monitoraggio remoto con sistemi mobili autonomi sono ARGOITALY e RITMARE.